martedì 23 febbraio 2016

Sulle Unioni Civili la politica si distrae dai problemi reali del paese

Sulle Unioni Civili la politica si distrae dai problemi reali del paese.

Stefano Ruvolo

L’impasse in Senato sulle unioni civili e il rinvio di una settimana dell’esame del disegno di legge, sono l’ennesima riprova dell’incapacità di questo Parlamento di dare risposte al Paese. Come se non bastasse, questa rincorsa a prendere tempo, distrae energie dalla risoluzione di problemi gravi per la nostra economia che riguardano le imprese e il lavoro.

Pur nel rispetto dei contenuti del disegno di legge non possiamo non rilevare come i problemi che affliggono le piccole e medie imprese siano passati in secondo piano nell’agenda politica. Chiediamo pertanto, con forza, che Governo e Parlamento ricomincino ad interessarsi a trovare soluzioni in grado di portare l’Italia fuori dal guado della crisi economica, offrendo a famiglie e imprese l’opportunità di guardare avanti con fiducia.

sabato 20 febbraio 2016

La nostra visione

La nostra visione


Sempre al fianco degli imprenditori, accompagnandoli verso nuovi traguardi, nel quadro di un fare impresa etico, sostenibile e proiettato in chiave comunitaria. Raccogliamo le nuove sfide, puntando verso un rilancio dell’imprenditoria che non perda mai vista le istanze di correttezza, lealtà e rispetto per le tematiche ambientali.

mercoledì 17 febbraio 2016

Presentazione della Joint Italian Arab Chamber

Presentazione della Joint Italian Arab Chamber

Stefano Ruvolo

La Joint Italian Arab Chamber è un’associazione senza scopo di lucro costituita, tra gli altri, da Ice, Unioncamere, Lega Araba e Unione Generale delle Camere di Commercio Arabe.

Un vero e proprio punto di incontro tra il sistema produttivo italiano e quello arabo, con funzioni di assistenza e di supporto alle aziende interessate ad internazionalizzare in questi mercati.

Il nuovo soggetto si pone come un vero e proprio ponte tra il nostro Paese e l’area Mena, nel segno dell’Expo che sarà ospitato a Dubai nel 2020. A breve attiveremo accordi con la Jiac, per offrire ai nostri imprenditori tutti i vantaggi e i benefici derivanti dal networking e dalla consulenza strategica che la camera di commercio italo-araba sarà in grado di erogare

lunedì 15 febbraio 2016

La nostra mission

La nostra mission


Continua, sul fronte della rappresentanza, il nostro impegno incessante al fianco dell’imprenditoria. Siamo e saremo sempre impegnati, con tutte le nostre energie, ad incoraggiare e diffondere iniziative che conducano alla crescita ed allo sviluppo dei propri associati, ed a farci paladini, nelle sedi istituzionali, delle esigenze delle varie categorie dell’impresa e del mondo delle professioni.

venerdì 12 febbraio 2016

La nomina di Piacentini è un’opportunità per il Paese

La nomina di Piacentini è un’opportunità per il Paese

Stefano Ruvolo

L’approdo nella squadra del governo di un grande manager, proveniente dal mondo delle imprese, con esperienze lavorative in Fiat Impresit, Apple ed Amazon, è certamente una buona notizia per il Paese.Piacentini è stata una figura chiave nell’ascesa di Amazon quale colosso internazionale del commercio elettronico.
Siamo felici di sapere che un uomo ambizioso, talentuoso, profondo conoscitore delle esigenze delle imprese, abbia scelto, gratuitamente, di impegnare i prossimi 24 mesi nel rendere l’Italia un Paese più moderno, più digitale, più tecnologico, con meno burocrazia, capace di aiutare le imprese ad essere più produttive e a valorizzare la qualità delle proprie produzioni e dei propri servizi nei mercati internazionali

Diego Piacentini è stato nominato Commissario straordinario del governo per il digitale e l’innovazione, con delibera del 10 febbraio dal Consiglio dei ministri e si insedierà il prossimo 17 agosto, congedandosi per due anni da Amazon, società nella quale lavora da 16 anni e dove ricopre attualmente l’incarico di senior vice president per il business consumer internazionale.

lunedì 8 febbraio 2016

Confimprenditori diventa partner del sistema Aniem

Confimprenditori diventa partner del sistema Aniem

Stefano Ruvolo

Con questa intesa Confimprenditori vuole rafforzare la propria rappresentanza e rappresentatività, attraverso collaborazioni ed intese a livello nazionale e territoriale, a favore di un comparto chiave come quello dell’edilizia. Un accordo che, fuor di metafora, renderà anche le nostre strutture ancora più solide e con fondamenta più robuste per resistere al peso di nuove sfide.
Cultura dello stare insieme e condivisione di valori comuni sono, a mio avviso, due degli ingredienti più importanti per affrontare la crisi e per guardare lontano.

mercoledì 3 febbraio 2016

Più trasparenza per la rappresentatività

Più trasparenza per la rappresentatività

Stefano Ruvolo

Un’associazione deve essere reputata rappresentativa solo se un numero considerevole di imprese, a livello territoriale e nazionale, avrà scelto di versare una quota di adesione in favore della stessa, Bisogna avere la forza di azzerare lo stato delle cose.

La proposta della Confimprenditori prevede che la rappresentatività nazionale e territoriale debba essere certificata da un ente pubblico, come ad esempio l’Inps, sulla base di dati relativi alle quote riscosse dalle associazioni datoriali, in ogni realtà territoriale.

Questa proposta va in direzione di quanto chiesto di recente anche dalla Cgil, con la quale avvieremo a breve un tavolo di confronto. Non si si può non tenere conto del fatto che la Confimprenditori sia più rappresentativa rispetto ad altre associazioni storiche le quali, pur avendo pochi iscritti, partecipano in barba ad ogni regola, alla contrattazione nazionale.

lunedì 1 febbraio 2016

Inauguriamo la Casa degli Imprenditori

Inauguriamo la Casa degli Imprenditori. Tutela e rappresentanza sempre al centro dell’azione di Confimprenditori


Con il 2015, si chiude per la Confimprenditori un anno ricco di novità, a partire dalla “Casa degli Imprenditori”, la nostra nuova sede nazionale, che abbiamo inaugurato ad ottobre.
In questo luogo, negli anni, ci incontreremo, discuteremo dei problemi e delle opportunità che interessano la categoria degli imprendotori, accordando le nostre voci per renderle sempre più forti e in grado di dare piena rappresentatività alle nostre legittime richieste, a difesa delle nostre imprese, e delle nostre famiglie, di quelle di tutto il nostro sistema, dalle sedi territoriali, agli associati a quelle dei lavoratori dipendenti, verso i quali sentiamo forte la responsabilità delle nostre azioni e il desiderio di ripagare la fiducia che essi ripongono in noi.