lunedì 29 dicembre 2014

Fondo mutui prima casa: disponibile il modulo di richiesta

È disponibile online il modulo che permette di richiedere alla propria banca l’accesso al Fondo di garanzia pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il 29 settembre 2014.

Tale Fondo è finalizzato all’erogazione del credito per acquistare la prima casa. Viene concesso dallo Stato fino al 50% della quota capitale del mutuo per l’acquisto dell’abitazione, se non supera l’importo di 250.000 € oppure per l’acquisito e la ristrutturazione in ottica di efficientamento energetico, di un immobile, non di lusso, da adibire ad abitazione principale.

martedì 23 dicembre 2014

Semplificazione degli adempimenti in materia di successione

Sono state recentemente adottate alcune misure semplificative al Decreto Legislativo n. 346/1990, in riferimento, in particolare, agli adempimenti per le dichiarazioni di successione.

Nello specifico è stato eliminato in primis l’obbligo di produzione di una dichiarazione integrativa nel caso di rimborsi fiscali a favore del de cuius, che sono stati erogati in seguito alla presentazione della denuncia di successione. 

In secondo luogo, la soglia per usufruire dell’esonero della presentazione della dichiarazione di successione è stata innalzata a 100.000 € nel caso in cui si tratti di un’eredità che viene devoluta ad un coniuge o a parenti in linea retta e nel caso in cui non siano presenti immobili e diritti reali immobiliari nell’attivo ereditario.

Infine, è stata introdotta la possibilità di allegare copie non autenticate, al posto di documenti in versione originale o copie autenticate, alla dichiarazione di successione, corredandola da una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.

mercoledì 17 dicembre 2014

La Camera al voto sul tema dei crediti inesigibili

La Camera è chiamata a votare un emendamento che si propone di intervenire sui crediti inesigibili, sui quali cioè si verificano precise condizioni per cui Equitalia non può riscuotere il credito affidato dall’ente creditore, presenti negli archivi dell’ente di riscossione di tributi, contributi e sanzioni.

E’ stata recentemente definita una procedura che prevede che la comunicazione di inesigibilità avvenga entro tre anni dalla consegna del ruolo.

Spetterà ai concessionari, dunque, dimostrare l’assenza di vizi o irregolarità che potrebbero pregiudicare l’azione di recupero.

Infine, è previsto un calendario che riporta le procedure per il rimborso degli oneri concessi allo svolgimento delle procedure esecutive all’agente di riscossione.